A MISANO DOVIZIOSO SPERA NEL BIS

Seppur battuto nelle ultime due gare, in cui si è dovuto accontentare del secondo posto, Marc Marquez arriva all’appuntamento di Misano con 78 punti di vantaggio sul secondo il classifica, Andrea Dovizioso, protagonista di una rovinosa caduta al via della gara di Silverstone. “Le ultime due gare non sono state le migliori per l’ultima curva. Ma sono contento per Silverstone perchè è una pista dove l’anno scorso abbiano sofferto tanto” dice il campione del mondo della MotoGP. “Siamo stati abbastanza competitivi nei test di Misano. Dovizioso non era al 100% dopo quanto accaduto a Silverstone, ma sarà sicuramente uno dei protagonisti visto che ha vinto qui l’anno scorso. E le Yamaha sono state velocissime. Noi ora abbiamo un buon vantaggio e quindi dobbiamo mantenere la calma, concludere la gare e poi vedere cosa succede” aggiunge il portacolori della HRC Honda. “Partiremo nel modo migliore, proveremo qualche nuovo pezzo, ma nel nostro box non c’è bisogno di fare follie. Con la base che abbiamo la possibilità di portare  a casa il migliore risultato possibile”.
Andrea Dovizioso si è messo alle spalle la brutta domenica di Silverstone. “Dovrebbe fare caldo e quindi sarà difficile per tutti gestire le gomme. Ma avremo la possibilità di lottare per il podio. Io da parte mia mi sento bene ed è stato importante poter fare un test prima della gara e fare dei giri” dice il forlivese della Ducati. “Lo ripeto mi sento bene, sono in piena forma, mi sono allenato facendo del motocross per capire che tutto funzionasse bene” riferisce. “Quella dell’anno scorso è stata una gara speciale, ma questa volta sarà diversa, perchè ci sono piloti molto forti e le condizioni saranno differenti. Vediamo che grip riusciremo a trovare, vediamo se sarà lo stesso dei test o se cambierà qualcosa”. Il Dovi non pensa al grande divario che lo divide da Marquez. “Non cambierà il mio approccio per me. Devo continuare a gareggiare nello stesso modo e non resterò condizionato dai 78 punti di distacco da Marc. Non c’è motivo di pensare al campionato, anche perchè la nostra velocità in alcune gare è stata buona ma in altre un po’ meno”.