ATALANTA VINCE A NAPOLI E VOLA AL QUARTO POSTO

Dopo l’eliminazione dall’Europa League per mano dell’Arsenal, il Napoli si ferma anche in campionato e rimedia una sconfitta per 2-1 contro l’Atalanta nel posticipo della trentatreesima giornata di Serie A. Al vantaggio di Mertens, hanno risposto Zapata e Pasalic che permettono ai bergamaschi di agganciare il Milan al quarto posto in classifica.
Il Napoli non perdeva un match di Serie A giocato dopo una partita nelle coppe europee dall’ottobre 2016. Ma l’inizio della formazione partenopea è incoraggiante: al 10’ Masiello buca l’intervento e apre una prateria per Mertens che al momento di saltare Gollini inciampa sul terreno. Ma la rete dell’1-0 è solo rimandata al 28’: Callejon scende sulla fascia e crossa, Mancini nel tentativo di anticipare Mertens fa carambolare la palla sul corpo del belga, autore dell’1-0 che gli permette di attestarsi ad un gol da Maradona nella classifica marcatori del Napoli. E l’occasione per agguantare lo storico numero 10 si presenta pochi minuti dopo in una circostanza simile al vantaggio ma questa volta Mancini è bravo a chiudere l’avversario con un grande intervento in area di rigore. La retroguardia bergamasca soffre la manovra veloce e verticale del Napoli che al 35’ porta con tre passaggi di prima intenzione Zielinski a tu per tu con Gollini bravo a murare il polacco in uscita.

Per assistere alla prima conclusione in porta dell’Atalanta bisogna aspettare il 36’: Gomez si coordina dai trenta metri e costringe Ospina a rifugiarsi in calcio d’angolo. Nella ripresa il Napoli continua ad infilare costantemente la difesa avversaria: al 51’ Milik lanciato a rete supera Gollini con un tocco sotto ma Masiello riesce a salvare sulla linea di porta e a tenere in vita i suoi. Sono tre i giocatori in campo ad aver raggiunto già la doppia cifra: Mertens, Milik e Gomez. Proprio l’argentino è il più vivace degli uomini di Gasperini e al 54’ impegna nuovamente Ospina dalla distanza. Al ventesimo della ripresa l’Atalanta alza il baricentro e l’ingresso in campo di Ilicic porta più qualità di palleggio tra le linee. E al 69’ c’è il pareggio dell’Atalanta: Hateboer crossa dal fondo, Zapata anticipa Koulibaly e mette in rete. Il Napoli subisce il contraccolpo e la formazione di Gasperini (espulso per proteste) trova il raddoppio all’80’: Zapata penetra in area, salta Ospina e serve col tacco Pasalic che a porta sguarnita trova l’angolo vincente per il definitivo 2-1.
(ITALPRESS).