Bambini intossicati:sequestrata azienda casearia,indagato titola

(AGI) – Pescara, 10 lug. – Si allarga l’inchiesta sul caso degli oltre 200 bambini, iscritti in numerose scuole della citta’ di Pescara, colpiti da malori con sintomatologia gastrointestinale, provocati dal batterio Campylobacter. Dopo i riscontri positivi delle ultime ore nell’ambito degli accertamenti di ASL e Istituto Zooprofilattico, i carabinieri del Nas stanno eseguendo il sequestro penale di un’azienda casearia di Vicoli (Pescara) con annesso allevamento che produceva formaggi destinati alle mense scolastiche. Il titolare della ditta e’ stato iscritto nel registro degli indagati. Nello specifico, il sequestro riguarda quattro capannoni per ricovero di circa 70 bovine da latte e un caseificio aziendale, con diversi chili di prodotti lattiero caseario fra cui caciotte. I militari del Nas e il personale della asl avevano gia’ ispezionato l’azienda diverse volte ed erano stati eseguiti campioni alimentari e tamponi ambientali. Nell’inchiesta il numero degli indagati sale ora a cinque: oltre al titolare dell’azienda, sono indagate persone che appartengono alle due societa’ che in Ati gestiscono il servizio di refezione scolastica. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, commercio di sostanze alimentari nocive, di natura colposa, e lesioni colpose. (AGI) Pe2/Gim