BOCCE: AL CENTRO FEDERALE UNDER E PRINCIPIANTI

Al centro federale della Federazione Italiana Bocce si è tenuta la quarta tappa della manifestazione a squadre per esordienti e principianti. L’evento – che si concluderà con la quinta tappa dell’8 giugno, in programma sempre nella «Casa delle bocce» – è riuscito a coinvolgere circa 60 Under12 provenienti da tutte le scuole bocce laziali. L’obiettivo delle gare, promosse dal Comitato regionale del Lazio e apprezzate dai vertici della Fib, è quello di far convivere ragazzi che da anni praticano il gioco delle bocce con altri che, invece, si avvicinano a questo sport per la prima volta. «Questa è la forza di questa manifestazione, che prevede, oltre a una fase di accosto, anche la bocciata e la corsa, che è la novità a livello di Raffa. I ragazzi, correndo, in 4 minuti, devono colpire dei bersagli. È la parte più dinamica della partita», spiega Vincenzo Santucci, presidente del Comitato del Lazio, che ha seguito l’organizzazione in prima persona.


Il presidente Marco Giunio De Sanctis ha portato il suo saluto all’evento del fine settimana, congratulandosi con gli organizzatori e i giovani partecipanti: «È un’iniziativa straordinaria del comitato regionale del Lazio, legata al futuro della Federazione e con una formula sperimentale davvero interessante. C’è un regolamento molto spettacolare e approvo in pieno manifestazioni  di questo tipo», ha detto De Sanctis. L’appuntamento è servito anche per ricordare l’impegno della Federbocce per il coinvolgimento dei più giovani: dalle campagne scolastiche al beach bocce. «Dall’inizio dell’anno abbiamo incentrato l’attività sui progetti scolastici e sul Beach Bocce, che quest’anno conterà 20 tappe rispetto alle 4 dell’anno scorso. Copriremo tutte le regioni italiane. I giovani sono coinvolti attraverso il progetto «bocciando s’impara» e altre iniziative nelle scuole bocce. Vogliamo che queste giovani leve possano inserirsi in una federazione che dev’essere per tutti. Non è solo per la terza età, ma per tutti i giovani. Infine, sulla disabilità siamo cresciuti in maniera esponenziale, passando da 35 tesserati a 1500», ha aggiunto De Sanctis.


(ITALPRESS).