CIMICE ASIATICA: COME CONTRASTARNE LA DIFFUSIONE?

Con la ripresa della stagione agricola 2019, anche la cimice asiatica (Halyomorpha halys) si sta nuovamente presentando come fitofago predominante sul territorio.

Le cimici, con le loro punture di alimentazione, sono molto dannose per diverse coltivazioni, tanto da arrivare anche a determinare la perdita dell’intero raccolto per una stagione. Occorre dunque la massima attenzione per evitare che l’insetto si diffonda ulteriormente: grazie anche a piccoli accorgimenti, sarà possibile raggiungere buoni risultati.

Al fine di far fronte comune contro questa emergenza per tutte le colture – agrarie e non – si è nuovamente riunito l’Osservatorio Cimice Asiatica per minimizzare i danni causati dall’insetto alle colture e individuare, e mettere in atto, soluzioni efficaci e durature, nel rispetto dell’ambiente e della salute umana. Le attività, sia di ricerca che applicative, mirano ad accrescere la conoscenza del comportamento e delle dinamiche di popolazione della cimice asiatica per individuare le possibili soluzioni volte a mitigarne l’impatto sulle coltivazioni.

Consulta qui il vademecum per provare a limitare la presenza delle cimici nelle abitazioni.