Cirque du Soleil avvia la procedura per bancarotta controllata

Il Cirque du Soleil ha chiesto l’apertura della procedura di bancarotta con l’obiettivo di ristrutturare il proprio debito. Il gruppo canadese spiega che la decisione è legata ai lunghi mesi di inattività cui è stato costretto dall’epidemia di coronavirus.

La compagnia ha fatto anche sapere di voler aprire un tavolo con Investissement Quebec e gli azionisti per “consentire alla società di uscire più forte” dalla crisi. La richiesta sarà esaminata domani dalla Corte superiore del Quebec.

Il debito di Cirque du soleil ammonta a quasi un miliardo di dollari secondo varie analisi ed è divenuto insostenibile in questi mesi di lockdown che hanno drenato la liquidità della compagnia che ha anche annunciato il taglio di circa 3.500 posti di lavoro.

“Negli ultimi 36 anni”, si legge in una nota del ceo, Daniel Lamarre, “Cirque du Soleil è stata una società di grande successo e redditività. Tuttavia, a seguito dell’azzeramento degli incassi a causa della chiusura forzata di tutti nostri spettacoli a causa del coronavirus, il management ha deciso di agire con decisione per proteggere il futuro del gruppo”.