Cultura: Bonisoli a Londra, tornano in Italia opere trafugate

(AGI) – Roma, 12 feb. – A poche settimane dalla decisione del
ministro per i Beni e le attivita’ culturali Alberto Bonisoli
di riconvocare il Comitato istituzionale sulle opere trafugate,
l’Italia rientra in possesso di sarcofagi, suppellettili e
capitelli di epoche diverse rubati tra gli anni ’60 e ’80 del
secolo scorso e immessi nel mercato internazionale dai
trafficanti d’arte. E lo fa oltre Manica, a Londra, dove in
mattinata nella sede dell’ambasciata italiana, Bonisoli ha
partecipato alla cerimonia ufficiale di restituzione di 8
lotti, per un totale di 12 reperti, piu’ una pagina di un
codice miniato, sottratta negli anni ’40 all’Archivio di Stato
di Venezia. Le opere sono state rintracciate grazie ad
un’attivita’ di controllo incrociato tra la nota casa d’aste
londinese Christie’s e le informazioni contenute nella banca
dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal
Comando Tutela Beni Culturali dei Carabinieri. Con oltre 1
milione e duecento mila oggetti rubati e circa 700 mila
immagini, infatti, e’ il piu’ grande database al mondo e da
tempo e’ divenuto punto di riferimento per le forze di polizia
estere. (AGI)
Pgi (Segue)