Denver rimonta i Clippers e vola in finale a Ovest

I Denver Nuggets centrano una storica rimonta ai danni dei Los Angeles Clippers e conquistano la finale della Western Conference dei play-off Nba. A trascinare la squadra di coach Malone sono ancora una volta Nikola Jokic e Jamal Murray: il serbo chiude con una tripla doppia (16 punti, 22 rimbalzi e 13 assist, più 3 stoppate e 2 recuperi per un eccezionale +22 di plus/minus), mentre il canadese segna 40 punti con 15/26 al tiro, 5 assist e 4 rimbalzi. Primo tempo equilibrato alla AdventHealth Arena, chiuso dai Clippers avanti di 2 punti. Poi però la squadra di Doc Rivers sparisce, tradita dai suoi big: Kawhi Leonard chiude gara-7 con 6/22 al tiro e 14 punti, Paul George fa addirittura peggio con 10 punti e 4/16 al tiro. Al contrario i Nuggets cambiano passo: con un parziale di 50-33 nella seconda parte della gara vincono senza offrire per 104-89. Dopo la serie decisa in gara-7 con Utah, Denver diventa dunque la prima squadra nella storia Nba a rimontare per due volte negli stessi play-off dopo essersi trovata sotto 3-1: nella finale di Conference, al via nella notte italiana tra venerdì e sabato, i Nuggets andranno a caccia di una nuova impresa con i Lakers.
E’ già cominciata, invece, la finale della Eastern Conference e Miami è partita col piede giusto. Per decidere gara 1 contro Boston è stato però necessario un tempo supplementare e la compartecipazione dei Celtics, avanti di 12 alla fine del terzo quarto in una sfida dai continui ribaltamenti. Gli Heat ringraziano Goran Dragic, autore di 29 punti, e le giocate nel finale del duo formato da Jimmy Butler e Bam Adebayo: il primo piazza il gioco da tre punti del sorpasso, mentre il secondo stoppa Jayson Tatum mettendo in cassaforte il successo di Miami per 117-114. Decisivo anche l’apporto di Tyler Herro, autore di 12 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, ma soprattutto sempre presente nei momenti decisivi. Ai Celtics, invece, non bastano i 30 punti con 14 rimbalzi, 5 assist e 3 recuperi di Jayson Tatum.