Fallita la missione europea Vega. Il razzo è finito per anomalia nell’oceano

È fallita una missione spaziale europea Vega: due minuti dopo il decollo dalla base di Kourou, nella Guyana francese, il razzo ha perso la traiettoria a causa di una grave anomalia ed è caduto nell’Oceano Atlantico. Il razzo avrebbe dovuto portare in orbita un satellite per l’osservazione della Terra commissionato dagli Emirati Arabi Uniti ad Airbus.

La notizia dell’incidente è stata data dalla Arianespace e dall’italiana Avio, l’azienda di Colleferro, nel Lazio, che ha progettato e costruito il 70% del razzo. Il titolo di Avio è arrivato a perdere il 15% alla Borsa di Milano, poi ha leggermente recuperato. Si tratta del primo fallimento di un lancio di razzi Vega (acronimo di Vettore Europeo di Generazione Avanzata) dopo che i primi 14 erano avvenuti senza problemi.

Anche se la missione fa capo alla francese Arianespace che ovviamente è assicurata per questi questi incidenti, esiste il timore che possa emergere che l’anomalia sia dipesa da un difetto del razzo. Il lancio del modulo spaziale era avvenuto regolarmente ma poco dopo l’accensione del secondo stadio Zefiro 23 si è verificata l’anomalia.

“Sono in corso analisi dei dati per chiarire le ragioni di quanto accaduto”, ha spiegato Avio in una nota. Nelle prossime ore, annuncia l’azienda, “verra’ istituita una commissione di inchiesta indipendente”. Saranno necessari alcuni giorni di analisi dei dati per ricostruire le cause del malfunzionamento.

Arianespace è una delle aziende spaziali private più grandi al mondo: è stato sviluppato con una collaborazione tra Agenzia Spaziale Europea e Agenzia Spaziale Italiana, con l’obiettivo di offrire un’alternativa ai razzi russi e statunitensi ai clienti che vogliono lanciare in orbita satelliti di piccole dimensioni.