FOGGIA: FURTI E INTIMIDAZIONI, 8 ARRESTI, CON BOMBA RISCHIARONO UCCIDERE PASSANTE

Foggia, 8 feb. (AdnKronos) – Era specializzata nell’uso di esplosivi,
e perciò molto pericolosa, la banda criminale di giovani che è stata
colpita questa mattina dall’ operazione, ‘Far West’, dei carabinieri
della Compagnia di Vico del Gargano, in provincia di Foggia, nei
comuni di Cagnano Varano e Rodi Garganico. Otto le persone
destinatarie di una ordinanza cautelare poichè ritenute responsabili,
a vario titolo, di numerosi delitti tra cui lo spaccio e la detenzione
di sostanze stupefacenti, la detenzione e la fabbricazione di
materiale esplodente, danneggiamenti, detenzione e porto di arma
comune da sparo, tentato furto ai danni di un istituto di credito. Il
gruppo criminale si sarebbe imposto sulla piazza grazie anche ad atti
di intimidazione sintomatici della spregiudicatezza dei suoi
componenti che potevano contare sulla disponibilità di armi da fuoco
ed esplosivi, questi ultimi spesso confezionati artigianalmente ma di
potenza micidiale.
Ad alcuni degli arrestati vengono contestati il danneggiamento di un
portone di una abitazione a Carpino del 20 aprile 2017 mediante un
ordigno artigianale come rappresaglia a seguito di una lite avuta
sempre per questioni legate agli stupefacenti con uno degli abitanti
della casa. Nell’occasione, per pochi attimi, non venne coinvolta
dall’esplosione una donna che transitava a piedi. A Ischitella il 25
aprile 2017 avrebbero danneggiato, mediante l’esplosione di un grosso
ordigno, la saracinesca e l’ingresso del negozio di ferramenta. Infine a Cagnano Varano il 23 dicembre 2017 tentarono un
furto ai danni della Credem mediante un ordigno artigianale micidiale
collocato nello sportello Atm. L’esplosione provocò grossi danni ma
non consentì l’apertura del dispositivo automatico.
(Pas/AdnKronos)