IMPRESA LIVERPOOL, 4-0 AL BARÇA, REDS IN FINALE

Suicidio Barcellona. Dopo aver vinto al Camp Nou per 3-0, i blaugrana sono stati “massacrati” ad Anfield Road dal Liverpool che con un poker di reti ha conquistato la sua nona finale di Champions League. Una finale, la seconda consecutiva, raggiunta anche a discapito delle grandi assenze quali quelle di Momo Salah e Roberto Firmino in attacco. Per il Barcellona, ancora un disastro con Ernesto Valverde in panchina dopo i quarti di finale della scorsa stagione quando, dopo il 4-1 dell’andata, fu eliminato dalla Roma che nel ritorno si impose per 3-0. Alla vigilia della sfida il tecnico dei Reds, Jurgen Klopp, aveva detto che la sua squadra per provarci avrebbe dovuto segnare subito e la sua squadra ha subito iniziato con il piede sull’acceleratore. Avvio scoppiettante, immediatamente premiato con Origi che al 7′ ha insaccato con un tap-in vincente dopo che Ter Stegen aveva respinto una prima conclusione di capitan Henderson. Accusata la partenza forte dei padroni di casa, il Barcellona si è affidato soprattutto ai tocchi e alle invenzioni di Messi che ha sfiorato la rete così come Coutinho e Jordi Alba. A tener vive le speranze del Liverpool è stato un ottimo Alisson tra i pali, mentre Robertson ci ha provato con una botta respinta da Ter Stegen. Costretto a cambiare proprio l’infortunato Robertson in avvio di secondo tempo, la scelta di Klopp è ricaduta su Wijnaldum e l’olandese non ha tradito: in due minuti, tra il 9′ e l’11’, ha rimesso in equilibrio il confronto: prima ha sfruttato un cross di Alexander-Arnold che aveva strappato il pallone a Jordi Alba e di prima intenzione ha fulminato Ter Stegen, quindi ha sfruttato un perfetto traversone di Shaqiri e, indisturbato di testa, ha messo a segno il 3-0 facendo esplodere la Kop e tutto Anfield Road. Stadio ribollente di passione che a 11 minuti dal termine ha potuto gioire ancora quando Origi ha sfruttato una dormita generale del Barcellona e, su corner battuto in velocità e a sorpresa da Alexander-Arnold, ha girato di prima intenzione infilando ancora Ter Stegen. Finisce 4-0, incredibile ad Anfield. Il nome dell’altra finalista si conoscerà domani al termine di Ajax-Tottenham (all’andata 1-0 per gli olandesi in Inghilterra).
(ITALPRESS).