JUVE SENZA ALIBI, NEDVED “L’OBIETTIVO RESTA VINCERE”

“Sono stati fatti cambiamenti importanti, siamo convinti delle nostre scelte e crediamo che nel presente e nel futuro ci porteranno dei frutti. Ma non è un momento di transizione, sappiamo come è fatta la Juve: è fatta di professionalità, di lavoro, di sacrifici e di porsi obiettivi massimali. La Juve vuole vincere anche quest’anno”. Pavel Nedved, vicepresidente bianconero, mette subito in chiaro le cose: anche se sono cambiate tante cose, a partire dall’allenatore, non ci saranno alibi. “La Juve è fatta per vincere, siamo convinti di aver fatto dei cambiamenti importanti – continua – Ci saranno delle difficoltà ma Sarri sta svolgendo un grandissimo lavoro, la squadra lo sta seguendo, i giocatori si stanno formando secondo le idee che vuole Sarri. Siamo fiduciosi”. Per quanto riguarda il mercato, “non è ancora finito. Ma Paratici ha fatto un grandissimo mercato, ha fatto e sta facendo grandissime cose. Noi strada facendo coglieremo delle occasioni se ci saranno, se saranno vantaggiose per i nostri giocatori e per noi. Dybala? Non può mai essere un problema, è un grandissimo giocatore e siamo contenti di averlo. Sarri lo sta utilizzando da falso nove e lui sta facendo bene, ha avuto un precampionato importante”. Nei giorni scorsi, in un’intervista a un canale portoghese, Cristiano Ronaldo ha sottolineato che la Champions non deve essere un’ossesione e Nedved concorda. “Per la Champions non parlerei di ossessione ma di obiettivo concreto, come lo sono la Coppa Italia, il campionato e la Supercoppa. Dobbiamo giocare tutto al massimo delle forze, non bisogna mollare niente. Abbiamo una delle squadre più forti d’Europa, abbiamo fiducia nei giocatori e nell’allenatore che avrà il giusto tempo per sviluppare il suo gioco”. Fra le rivali di quest’anno l’Inter, dove in panchina siederà Antonio Conte mentre dietro la scrivania c’è un altro ex come Beppe Marotta. Vedere Conte all’Inter “fa effetto perchè ha fatto la storia della Juve vincendo sia da giocatore che da allenatore, sappiamo quanto vale – commenta Nedved – Lui e Marotta sono due avversari forti che hanno fatto di tutto per poter vincere subito, hanno fatto grandi investimenti col pensiero di competere e vincere lo scudetto già quest’anno”.