LA NUOVA U21 FUNZIONA, CINQUINA AL LUSSEMBURGO

La Nazionale Under 21 incomincia al meglio il proprio cammino di qualificazione ai prossimi Europei 2021 in Slovenia e Ungheria battendo al ‘Patini’ di Castel di Sangro il Lussemburgo 5-0. zero. Prova convincente e concreta quella offerta dagli uomini di Paolo Nicolato con molte risposte positive ricevute soprattutto dalla cintola in su, e con prestazioni ampiamente sufficienti anche da parte degli attesi Zaniolo e Kean. Gli azzurri ci mettono poco a sbloccare il risultato visto che già all’8’ Locatelli realizza un calcio di rigore per un fallo di mano commesso nella propria area da Simon dopo iniziativa personale di Scamacca. Funziona l’idea del ct di utilizzare un 4-3-3 che vede Zaniolo agire sì da interno ma con facoltà di posizionarsi anche dietro la punta centrale, con Sala a sinistra molto alto, e Kean che spinge sulla destra non disdegnando di accentrarsi. Solo per poco l’Under 21 non raddoppia entro la mezz’ora di gioco in almeno un paio di circostanze: cross di Kean messo in angolo con affanno dalla difesa lussemburghese e pallone troppo lungo di Zaniolo per Scamacca, con il portiere ospite bravo ad anticipare tutti. L’Italia rischia poco, pero’ su una di queste circostanze al 30’ serve una parata di Plizzari per dire ‘no’ a una conclusione di Korac dai 20 metri. Il 2-0 al 37’, ancora su calcio di rigore, stavolta messo a segno da Kean, bravo a subire un fallo in area da Korac. Proprio il neo attaccante dell’Everton tre minuti dopo fallisce un’altra chance per arrotondare il punteggio per gli azzurrini su splendido invito di Locatelli. A inizio ripresa Nicolato toglie proprio i due giocatori scesi nella sua Under 21 per motivi ‘disciplinari’, ovvero Kean e Zaniolo, inserendo prima Riccardo Sottil e poi Frattesi, scelte che ripagano il ct perché proprio l’esterno viola conclude al meglio una splendida azione personale (62’), mentre il centrocampista dell’Empoli avvia l’azione del 4-0 siglato da Tumminello, che da poco aveva dato il cambio a Pinamonti. Chiude il conto, fissando il punteggio sul 5-0 finale, Scamacca che si fa trovare pronto a centro area su cross da sinistra di Frattesi. Alla fine applausi per tutti, fra cui quelli del presidente della Figc, Gabriele Gravina, spettatore d’eccezione quest’oggi per gli azzurrini al ‘Patini’ di Castel di Sangro.