LOTTOMATICA A MARCIANISE CON “VINCERE DA GRANDI”

“Sono felice che grazie a questo accordo fatto con Lottomatica si sia deciso di fare un intervento a Marcianise che e’ una realta’ complicata, ma dove c’e’ grande dignita’, orgoglio e un’amministrazione che sa quali siano le esigenze da parte della cittadinanza e del mondo dello sport e dove si sta cercando di riportare ai fasti di un tempo alcuni impianti. C’e’ la volonta’ di fare qualcosa anche a livello sociale perche’ sappiamo che lo sport e’ una delle medicine migliori per dare risposte soprattutto ai giovani. Ci si augura che la politica si renda conto di tutto questo. Oggi e’ una giornata di festa”. Cosi’ il presidente del Coni, Giovanni Malago’, a margine dell’evento “Vincere da Grandi”, un progetto sportivo, educativo e sociale, nato dalla sinergia tra Coni e Lottomatica, che offre, gratuitamente, a ragazzi dai 5 e ai 14 anni, che vivono in contesti territoriali particolari, una concreta opportunita’ di crescita e di sviluppo corretto. Tra gli ospiti alla manifestazione, che si e’ tenuta presso piazza Umberto I a Marcianise, Fabio Cairoli, amministratore delegato Lottomatica, Enrica Ronchini, direttore relazioni esterne Lottomatica, il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, Clemente Russo, vicecampione olimpico a Pechino 2008 e Londra 2012, e Gianni Maddaloni, presidente della Star Judo Club e padre di Pino, oro olimpico a Sydney 2000.
“Vincere da grandi e’ una splendida iniziativa. Siamo molto felici per un progetto che gia’ da  molti anni ci vede presenti su tutto il territorio nazionale in molte sedi, oggi inauguriamo questa attivita’ a Marcianise. Questa e’ l’ottava tappa, abbiamo iniziato da Roma, siamo a Torino, a Taranto e anche a Milano” le parole di Enrica Ronchini, direttore relazioni esterne Lottomatica, a margine dell’evento. “Siamo orgogliosi di essere qui – prosegue – perche’ e’ un modo per la nostra azienda Lottomatica di far vedere come intendiamo il fare impresa, con senso di responsabilita’ sociale, con attenzione alla collettivita’ e alla comunita’ in cui operiamo. Ci crediamo, siamo molto orgogliosi, e’ un modo per sostenere i giovani e dare loro una opportunita’, un futuro per realizzare i loro sogni e avere una vita sana”.
(ITALPRESS).