“MARIJUANA LIQUIDA”, SCOPERTO LABORATORIO: UN ARRESTO

Un laboratorio artigianale per la lavorazione della marijuana è stato individuato dai“Falchi” della Squadra Mobile della Polizia. Nei locali di via Camillo Riccio, a Torino, gli agenti hanno scoperto un’officina attrezzata per produzione di marijuana liquida,con tutti gli strumenti per estrarre dalle infiorescenze delle piante, il principio attivo noto come THC, da utilizzare – appunto in forma liquida – nelle sigarette elettroniche in sostituzione della nicotina, nascondendo così ad arte il classico “spinello”. In arresto un uomo di 33 anni,M.C., autore dell’illecita attività. Nella sua abitazione, oltre al ritrovamento del kit per la preparazione della “marijuana liquida”, corredato da un tubo in metallo con relativi filtri per l’estrazione di oli e resine, da un flacone di Glicole Propilenico, un flacone di Glicerina Vegetale, 5 filtri-bocchini nuovi per sigarette elettroniche, sono stati sequestrati anche circa 400 grammi di marijuana, 25 “datteri” di hashish per 250 grammi, un bilancino elettronico di precisione ed oltre 1000 euro in contanti. Per questo motivo il trentatreenne dovrà rispondere anche il reato di detenzione di marijuana e hashish. Sono in corso approfondimenti investigativi volti a risalire alla filiera dell’illecita produzione della sostanza stupefacente liquida ed agli eventuali coinvolgimenti di gruppi criminali organizzati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*