MIGRANTI, MUSCAT “MALTA CONTINUA SU LINEA BUONSENSO”

Il primo ministro Joseph Muscat ha ribadito che Malta continuerà a usare il buon senso e darà il suo contributo all’Unione Europea per affrontare il problema delle migrazioni nel Mediterraneo.

Muscat ha detto che il governo maltese è guidato da due principi: la protezione della vita umana e dell’interesse nazionale. “Malta deve rispettare la legge internazionale e salvare le persone dalle tragedie in mare”. Tuttavia, Muscat ha aggiunto: “Malta non può portare il peso di altri paesi”.

Il primo ministro maltese ha fatto riferimento a due recenti problemi: sul caso della Open Arms, Muscat ha affermato che “ha portato a un dramma in tutta Italia con gravi ripercussioni sul governo del paese”. Al contrario, il primo ministro maltese ha aggiunto che nel caso della nave Ocean Viking con 356 migranti a bordo, il governo maltese ha avviato un dialogo con la Commissione europea e vari governi dell’Ue.

 

Il risultato finale è stato che tutti i migranti saranno accolti da altri paesi europei. Nel frattempo, un politico maltese del partito di opposizione è stato pesantemente criticato dopo aver elogiato il ministro italiano dell’Interno Matteo Salvini. In uno status su Facebook, Justin Schembri, ha concordato con la linea del ministro dell’Interno italiano sull’immigrazione.

Vari esponenti del Partito Nazionalista tra cui il presidente del Comitato Esecutivo e un ex vice capo si sono dissociati dalla posizione espressa da Schembri. Il leader dell’opposizione, Adrian Delia, ha dichiarato che Malta ha bisogno di elevarsi al di sopra del populismo per quanto riguarda le vite umane e dovrebbe fare la cosa giusta salvando le vite di persone innocenti, mentre servirebbe un’azione immediata da parte degli Stati membri dell’Ue per la redistribuzione.

(ITALPRESS/MNA)