MOTOGP SBARCA IN FRANCIA, ROSSI E DOVI PUNTANO PODIO

A Le Mans con fiducia. Valentino Rossi è convinto di poter fare bene in Francia con la sua Yamaha, per tradizione e non solo. “Il test di Jerez è stato abbastanza positivo per noi e penso che possiamo anche provare qualcosa durante il weekend – le parole del Dottore – Le Mans è una pista che mi piace molto e dove solitamente siamo competitivi. L’obiettivo è avere un buon weekend, lavorare bene sin dalle prime libere ed essere veloci dal primo giorno. Lo scorso anno abbiamo avuto un buon passo gara, per cui vogliamo ripartire da lì. Spero anche che ci sia bel tempo per tutto il weekend, in modo da poter mostrare tutto il nostro potenziale: voglio tornare sul podio e faremo del nostro meglio”. Le Mans è in circuito che porta bene a Rossi: tre vittorie, sei secondi posti e 4 terzi, compreso quello nella scorsa stagione il suo bilancio.
Si aspetta un passo avanti anche Andrea Dovizioso, che sulla pista francese, lo scorso anno, ha buttato via la possibile vittoria scivolando quando era al comando della gara. “Le Mans è una pista nella quale teoricamente dovremmo essere più competitivi che a Jerez, anche se lo scorso anno la gara non è andata come avremmo voluto. Le condizioni meteo giocano sempre un ruolo importante in Francia, e sarà fondamentale gestire al meglio questa variabile – sottolinea il forlivese, terzo nel Mondiale a tre punti da Marquez – In ogni caso mi aspetto molti avversari veloci, quindi sarà fondamentale partire con il piede giusto fin dalla prima sessione di prove per prepararci nel miglior modo possibile in vista della gara. La Desmosedici GP ha alcune caratteristiche che possiamo sfruttare a nostro favore, ma ci restano da sistemare alcuni dettagli per massimizzare il nostro potenziale e giocarci al meglio le nostre carte domenica, quando si assegnano punti. Sono fiducioso che potremo fare una bella gara”. La pista francese evoca bei ricordi a Danilo Petrucci, che nell’ultima edizione chiuse secondo dopo aver centrato in qualifica la prima fila. “Le Mans è una delle mie piste preferite, inoltre presenta tante staccate forti e ripartenze che si addicono alle caratteristiche della mia Desmosedici GP, tanto che lo scorso anno in Francia ho fatto probabilmente la mia gara migliore, conquistando il secondo posto – conferma l’altro ducatista – Il nostro obiettivo per questo fine settimana resta il podio, che penso sia realisticamente alla nostra portata. A Jerez ci siamo andati vicino, ma dovremo innanzitutto essere più veloci in qualifica per stare nel gruppo di testa fin dalla partenza. Non è mai facile mettere insieme tutti i tasselli del puzzle a questo livello, ma abbiamo quello che ci serve per essere competitivi e fare un altro passo avanti a Le Mans”.