NAPOLI VINCE, RIMONTA TORO, COLPI EMPOLI E UDINESE

Mario Rui nel finale regala al Napoli, già sicuro del secondo posto, il successo per 2-1 al “Mazza”. La gara si decide tutta nella ripresa, col vantaggio di Allan e il provvisorio pari di Petagna su rigore. Sconfitta comunque indolore per gli estensi, ormai salvi.

Il Torino batte invece in rimonta, per 3-2, il Sassuolo, alimentando i sogni europei dei tifosi granata. Allo stadio “Olimpico – Grande Torino”, nel lunch match della terzultima giornata della serie A, Belotti e compagni hanno ribaltato la situazione nella ripresa, grazie a una doppietta proprio del “Gallo” (con una perla in rovesciata) e al sigillo di Zaza. Nel primo tempo, invece, i neroverdi erano andati avanti nel punteggio con un bel gol di Bourabia, espulso a seguire (per una discutibile e severa doppia ammonizione). In precedenza, al quarto d’ora, Belotti aveva fallito un calcio di rigore. Inutile, ai fini del risultato, il momentaneo 1-2, siglato da Lirola. Con questo successo i granata si sono portati a quota 60, momentaneamente al sesto posto della classica della massima categoria, scavalcando la Roma, in attesa del match di stasera fra i giallorossi e la Juventus. Fermo a 42 punti, in decima posizione, il Sassuolo.

Empoli e Udinese continuano la loro corsa verso la salvezza. Toscani e friulani si impongono in trasferta rispettivamente contro Sampdoria (2-1) e Frosinone (3-1) e mettono in ulteriore difficoltà il Genoa, con Bologna-Parma di domani che assume una particolare importanza. Gran colpo dell’Empoli, che incassa la seconda vittoria consecutiva sbancando per 2-1 il Marassi blucerchiato: Quagliarella resta a secco, nella ripresa – dopo un primo tempo sostanzialmente piacevole ed equilibrato, con un palo centrato da Caputo – gli uomini di Andreazzoli ingranano la marcia giusta e passano con Farias, su assist di Traorè, e con Di Lorenzo, che mette dentro il rigore (fallo di Tonelli sullo scatenato Farias) che Audero aveva respinto a Caputo. In pieno recupero soddisfazione per Quagliarella: perfetto il penalty (Veseli su Sau) trasformato dal capocannoniere, che sale a 26 reti stagionali.
Tutto facile per l’Udinese a Frosinone. Contro una squadra che da una settimana è già in B, i bianconeri di Tudor mettono subito le cose in chiaro grazie alla doppietta di Okaka (splendido in particolare il primo gol) e al sigillo di Samir. 3-1 il finale allo Stirpe, perchè il Frosinone riesce a realizzare la rete della bandiera con Dionisi. E’ sorpasso al Genoa, fermo a 36, con due punti di vantaggio mantenuti sull’Empoli, e aggancio al Bologna a quota 37 (il Parma è a 38). Tutto ancora da giocare per l’ultimo posto per evitare la B.