Nibali si ritira dal Tour de France per una frattura a una vertebra

Quello che si temeva è stato confermato: Vincenzo Nibali ha riportato la frattura di una vertebra nella caduta di oggi pomeriggio sulle rampe dell’Alpe d’Huez, quando mancavano 3 km al traguardo della 12^ tappa del Tour de France. Lo hanno certificato i medici dell’ospedale di Grenoble dove il ciclista è stato sottoposto ad approfonditi controlli con diagnositica per immagini. E questo significa l’addio alla Grande Boucle di quest’anno, cui lo ‘squalo dello Stretto’ era arrivato con l’intento di giocare un ruolo di primissimo piano, specie nelle dure tappe in salita di questa settimana – oggi si chiudeva il trittico alpino – e in quelle pirenaiche della prossima e decisiva settimana. 

“Ciao Ragazzi – scrive Vincenzino su Twitter – sono di ritorno in hotel, purtroppo l’esito del referto medico non è buono, mi è stata confermata la frattura alla vertebra, domani tornerò a casa per un periodo di recupero. Grazie per tutto il vostro affetto dimostrato nei miei confronti! Alla prossima”, e quindi l’emoticon del pollice su, in segno di ok. 

Il capitano della Bahrain Merida è caduto in un tratto in cui la strada era molto stretta e c’era tanta gente ai due lati e le moto della Gendarmerie che facevano da scorta erano costrette a procedere lentamente, al punto che c’e’ stato all’improvviso la caduta del ciclista, forse proprio a causa dell’impatto contro una delle moto.