NOTTE DA PROTAGONISTI PER GLI AZZURRI DELLA NBA

Danilo Gallinari prende per mano i Clippers e li conduce a una vittoria sui Bulls (128-121) che avvicina ancora di più i play-off. Gara chiusa nel terzo quarto, dove il quintetto di coach Rivers sigla 45 punti e si porta sul 102-84. Il lungo di Sant’Angelo Lodigiano è il migliore dei suoi: 27 punti (di cui 12 nell’ultimo periodo) in 34′ con 10/14 al tiro (4/4 dalla lunga distanza) e 3/5 dalla lunetta, a cui aggiunge 7 rimbalzi, due assist, una stoppata, una palla persa e una recuperata. Nelle fila dei Clippers, che consolidano l’ottavo posto a Ovest, anche 26 punti di Harrell e 18 di Lou Williams, LaVine ne firma 31 invece per Chicago. ‘Vede’ i play-off Marco Belinelli, 12 punti (4/6 da due, 1/4 da tre, 1/1 ai liberi), due rimbalzi, tre assist e una palla recuperata in 21′ nel successo di San Antonio su New York per 109-83. Settima vittoria di fila per gli Spurs, dove brillano soprattutto Aldridge (18 punti e 11 rimbalzi) e DeRozan (13 pt), che occupano attualmente la sesta piazza nella Western Conference. James Harden sfiora la tripla doppia (41 punti, 11 assist e 9 rimbalzi) nel 108-102 che permette a Houston di piegare Phoenix e rimanere davanti a Portland (122-110 su New Orleans, 24 punti di Lillard che diventa il secondo miglior realizzatore nella storia dei Blazers, dietro il solo Clyde Drexler). Con LeBron a riposo e tanti assenti, i Lakers ormai rassegnati a rimanere fuori dai play-off si arrendono 111-97 a Detroit, dove Andre Drummond fa la differenza sotto canestro (19 punti e 23 rimbalzi). Pistons sesti a Est, dove comanda sempre Milwaukee, sotto di 20 all’intervallo lungo prima di rimontare Miami: 113-98 per i Bucks con un Antetokounmpo da 33 punti, 16 rimbalzi e 9 assist. Vince anche Philadelphia dove Butler (22+6) ed Embiid (21+17) sono i protagonisti del successo per 123-114 su Sacramento, tenendo in corsa i Sixers per la terza piazza della Conference.