PORTICI BOLOGNA PATRIMONIO UNESCO, OK CONSIGLIO COMUNE

Via libera da parte del Consiglio comunale di Bologna, con la sola astensione dei tre consiglieri della Lega su venticinque consiglieri votanti, all’ultimo atto per completare il dossier di candidatura dei portici di Bologna a patrimonio dell’Umanità Unesco. Nella seduta di lunedì 13 gennaio, infatti, l’aula ha approvato il piano di gestione, l’atto che completa appunto il dossier già presentato lo scorso settembre. Nei giorni scorsi la delibera è passata in commissione consiliare e oggi c’è stato il passaggio in aula. La Giunta, infatti, ha scelto di condividere il piano con il Consiglio comunale, ma sorprende l’astensione della Lega al momento del voto. Il timore è che la mancanza di unanimità potrebbe compromettere l’esito della candidatura. Il 21 gennaio, infatti, si riunirà a Roma la commissione nazionale per l’Unesco per selezionare il sito candidato per l’Italia.
“Non è la candidatura del Comune – ha ribadito l’assessora all’urbanistica Valentina Orioli – ma di tutta la città”, che coinvolge altre istituzioni e associazioni. “E’ un’occasione – ha sottolineato il consigliere M5S Marco Piazza – per rilanciare la cultura del rispetto e di amore per la città”. Anche il consigliere dem Roberto Fattori ha sottolineato come la candidatura è occasione per rilanciare la consapevolezza “di una doverosa corresponsabilità di gestione di alcuni tratti dei portici”. Ha citato Luca Carboni e il suo “Bologna è una regola” il consigliere di Insieme Bologna Gian Marco De Biase, che ha ribadito come la candidatura è occasione per responsabilizzare i cittadini. Il consigliere dem Claudio Mazzanti, invece, ha auspicato che i portici “diventino patrimonio di tutti, e non solo di Bologna, perché sono un unicum”.
(ITALPRESS).

L’articolo PORTICI BOLOGNA PATRIMONIO UNESCO, OK CONSIGLIO COMUNE proviene da Italpress.