QUALCHE ORA A CASA PER MARISA, DA UN ANNO IN OSPEDALE PER I FATTI DI PIAZZA SAN CARLO

DA UN ANNO IN OSPEDALE PER I FATTI DI PIAZZA SAN CARLO, MARISA TORNA A CASA 

UNA BATTAGLIA QUOTIDIANA CON IL SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA

C’é tanto amore nelle parole e nelle immagini che traspare e contagia dalla pagina facebook “aiutiamo Marisa amato”. Marisa, sostenuta e coccolata dalla sua famiglia, da un anno combatte una difficile battaglia. Il 3 giugno del 2017 era in Piazza San Carlo, dove, in seguito al panico scatenato durante la finale di Champions league fra Juventus e Real Madrid, proiettata sui maxi schermi,è stata travolta dalla folla terrorizza che cercava una via di fuga.

DA UN ANNO NEL LETTO D’OSPEDALE IN CUI SI E’ RISVEGLIATA DOPO LA NOTTE DI PIAZZA SAN CARLO

Da un anno Marisa, 63 anni,si trova nel letto d’ospedale nel quale si è svegliata, senza l’uso di braccia e gambe, dopo quella tragica notte. E dopo un anno condivide con chi sta seguendo la sua battaglia, sulla sua pagina facebook,una grande semplice gioia.

UNA GIOIA SEMPLICE E GRANDISSIMA

«Eh sì alla fine ce l’ho fatta! – racconta in queste righe- Anche se solo per alcune ore, con una fatica incredibile mia e della mia famiglia, ho pranzato con le persone che amo nel salone della nostra casa

“NON VEDO L’ORA CHE SIA PER SEMPRE!”

E la battaglia continua…perchè dopo queste poche ore Marisa ha lanciato la sua sfida “non vedo l’ora che sia per sempre”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*