Quanto ha guadagnato davvero la Roma dalle cessioni di Strootman e degli altri big

La Roma vende un altro pezzo pregiato della rosa e saluta Kevin Strootman. Il giocatore olandese lascia a malincuore i compagni di Trigoria per il trasferimento in Francia, al Marsiglia, alla corte dell’ex allenatore giallorosso Rudi Garcia.

Nell’ultima operazione di mercato, Monchi ha scatenato il malcontento dei tifosi della Roma che, sui social, non hanno lesinato critiche furiose nei confronti del direttore sportivo. Una cessione pesante quella di Strootman che va ad impattare sulla struttura del centrocampo già privo di Nainggolan, altro beniamino della tifoseria.

Il campo ci dirà se le scelte societarie sono state giuste o meno, intanto la Roma può vantare un utile di 29,75 milioni di euro a chiusura della sessione estiva di calciomercato; un utile che andrà a modificare in positivo il bilancio annuale e che lascerà libera la società dalle rigide regole del Fair Play Finanziario. Dodici sono stati gli acquisti per una spesa totale di 125,95 milioni; 8 invece sono le cessioni che hanno fatto entrare nelle casse 155,7 milioni.

  • Gli acquisti:

Steven Nzonzi (Siviglia) 26 mln + 4 mln di bonus

Robin Olsen (Copenaghen) 8,5 mln + 3,5 di bonus

William Bianda (Lens) 6 mln + 5 di bonus

Javier Pastore (Paris SG) 24,7 mln

Nicolò Zaniolo (Inter) 4,5 mln

Davide Santon (Inter) 9,5 mln

Antonio Mirante (Bologna) 4 mln

Justin Kluivert (Ajax) 17,25 mln + 1,5 di bonus

Bryan Cristante (Atalanta) 5 mln

Ante Coric (Dinamo Zagabria) 6 mln

Ivan Marcano (Porto) parametro zero

Daniel Fuzato (Palmeiras) 0,5 mln

  • Cessioni:

Alisson (Liverpool) 62,5 mln + 10 di bonus

Radja Nainggolan (Inter) 38 mln

Kevin Strootman (Marsiglia) 25 mln + 3 di bonus

Lukasz Skorupski (Bologna) 9 mln

Marco Tumminello (Atalanta) 5 mln

Bruno Peres (San Paolo) 1,4 mln

Gregoire Defrel (Sampdoria) 1 mln

Machin (Pescara) 0,8 mln

La cessione che ha dato una vera svolta economica al mercato di Monchi è stata quella di Allison, seguita da quelle di Nainggolan e di Strootman. In entrata invece non sono state fatte follie, arrivando ad una spesa massima di 30 milioni di euro. Grazie all’operato del direttore sportivo, Eusebio Di Francesco ha ora una rosa ampia a disposizione e dovrà gestire bene i giocatori di esperienza come Nzonzi, Marcano e Olsen, poi valorizzare i giovani Kluivert e Cristante e infine dare spazio alle promesse Bianda e Coric.