RECORD ITALIANI AI CRITERIA KINDER + SPORT

Sessione pomeridiana della giornata d’apertura dei Criteria Kinder+Sport allo Stadio del Nuoto di Riccione, in vasca da 25 metri. Spettacolo no stop in acqua ed entusiasmo sui gremiti spalti della piscina di via Monte Rosa. Cadono altri tre record della manifestazione che si aggiungono a quello della mattinata nei 100 rana ragazze 2005 di Benedetta Pilato. I primi due, in ordine cronologico, stabiliti nei 200 farfalla e depennando il nome di Alessia Polieri. Apre la veneta Sofia Sartori che nuota tra le juniores 2004 in 2’10″04, limando di cinque centesimi il 2’10″09 in gommato del 2009. La 15enne di Vicenza – tesserata per Leosport – polverizza il primato personale, togliendo oltre quattro secondi al 2’14”32 siglato un mese fa Verona e passa dal centunesimo al ventiduesimo posto tra le performer italiane. “Non pensavo proprio di andare così forte, soprattutto in questa fase della stagione – afferma l’allieva di Alberto Burlina, che frequenta il secondo anno di liceo umanistico – Il miglioramento è veramente notevole. Adesso punto a chiudere bene i Criteria, poi sotto con gli Assoluti sperando nella convocazione per gli Europei di categoria”. Il secondo è dell’irpina Grazia Bianchino tra le ragazze 2006 in 2’16″17, 43 centesimi più veloce del 2’16″60 del 2007. La 13enne di Avellino – tesserata per Piscine San Vincenzo e allenata da Lorenzo Petruziello – griffa anche il personale, togliendo otto centesimi al 2’16″25 dello scorso 3 marzo. “Volevo il record alla vigilia ed è arrivato – sottolinea Bianchino che quest’anno sarà anche impegnata negli esami di scuola media – In acqua le sensazioni non erano proprio ottime ma alla fine l’obiettivo è stato raggiunto”. Il terzo primato è della veneta Giulia Salin che vola nei 400 stile libero cadette in 4’04″32, abbassando il 4’05″45 di Diletta Carli del 2013. La 16enne di Venezia – tesserata per Nuoto Venezia, tornata ad allenarsi con Stefano Rossi, oro nella 5 km agli Europei  juniores di nuoto in acque libere a Piombino 2016 e Marsiglia – nuota il primato personale (precedente 4’08”46), salendo dal venticinquesimo all’ottavo posto tra le performer italiane e confermandosi atleta che difficilmente delude le aspettative. “Sono decisamente sorpresa perchè non sono al top della condizione – spiega Salin, bronzo negli 800 agli eurojrs di Helsinki 2018 – Questo è un anno importante per me. Sono tornata nella mia vecchia squadra e a prepararmi con Stefano che mi ha seguita fin dall’inizio della mia carriera. Devo andare forte agli Assoluti e cercherò di non trascurare il fondo. Ci tengo, con tutto il cuore, a dedicare questa vittoria e questo record a Manuel Bortuzzo: sono cresciuta allenandomi con lui. Forza Manuel”. Sempre nei 200 farfalla ma tra le cadette duello a suon di primati personali tra due piemontesi. Vince la talentuosa Helena Biasibetti. La 17enne di San Mauro Torinese – tesserata per Dynamic Sport e allenata da Lucia Dante – scende per la prima volta in carriera sotto i 2’11 (precedente 2’11″06) e chiude in 2’10″05, scalando al ventitreesimo posto tra le performer italiane; alle sue spalle la cuneese Cristina Caruso – tesserata per CSR Granda e seguita da Marco Briatore – che tocca in 2’10″73, quasi due secondi meglio del 2’12″69 siglato a Riccione durante gli Assoluti invernali lo scorso primo dicembre. Un’altra cuneese della CSR Granda strappa appalausi ma nei 200 misti. Anita Gastaldi si impone tra le juniores con il personale di 2’11″98. La 15enne sabauda – seguita dallo stesso Briatore – toglie quasi quattro secondi al 2’14″82 stampato lo scorso 30 novembre e si proietta al ventiquattresimo posto tra le performer italiane. Si torna in acqua sabato mattina alle 9.00 per la seconda giornata. In apertura le serie dei 100 dorso.