Super tifone Maria attraversa Taiwan e tocca terra in Cina. Sale il numero delle vittime in Giappone per le alluvioni

Il super tifone Maria ha raggiunto nelle prime ore della giornata di Mercoledì l’isola di Taiwan colpendo la regione settentrionale e in particolare la zona della capitale Taipei come categoria 3. Ha portato piogge intense e venti fino a 150kmh e ha causato purtroppo anche una vittima. Declassato a categoria due il tifone si è poi diretto verso la costa cinese che ha raggiunto questa mattina (ore italiane) nella zona di Fuzhou, una grossa città che conta più di 7 milioni di abitanti, a metà distanza tra Hong Kong e Shanghai.

Tutta l’area in questo momento è battuta da piogge molto intense e venti fino a 120km/h con mareggiate lungo la costa ma al momento non si segnalano particolari criticità. Scampato pericolo invece per le isole dell’arcipelago giapponese meridionale di Okinawa, solo sfiorate dalla tempesta. 

Ma il Giappone sta affrontando invece un’altra emergenza causata dalle piogge intense e indipendente dal Tifone Maria che si trova a oltre 1000km di distanza. Le piogge intense e le alluvioni hanno messo in ginocchio la parte sud occidentale del paese causando almeno 176 vittime e un numero ancora imprecisato di dispersi. E’ la peggiore catastrofe naturale che colpisce il Giappone dopo il terremoto-maremoto del 2011.

© 3B Meteo