Una donna del Montana ha convinto le auto a rallentare, con un phon

Una nonna stanca di vedere sfrecciare auto e suv a tutta velocità davanti a casa, lungo una strada stretta di montagna, tra pedoni e ciclisti, è passata all’azione, usando uno strumento insospettabile: un normale asciugacapelli di colore bianco.

Sistemandosi su una sedia, a bordo strada, con in mano il phon puntato verso le auto come fosse stato un autovelox elettronico, Patti Baumgartner, una donna di Polson, Montana, ha raggiunto in fretta il suo obiettivo: la velocità media delle auto sarebbe in effetti scesa drasticamente e il rischio di scontri azzerato.

Nonna Patti ha postato una sua foto sui social, rendendo la sua battaglia globale e ricevendo un boom di commenti e consensi. “Pensavo solo che fosse un modo divertente – ha spiegato – per far conoscere a tutti il problema del Montana, dove l’alta velocità è diffusa ovunque”.

L’iniziativa ha conquistato anche la polizia al punto che ha deciso di premiarla nominandola “agente statale onoraria”. Patti non è, in realtà, in grado di dire se questo espediente alla lunga servirà, ma intanto continuerà a presidiare la strada, armata di asciugacapelli per sensibilizzare gli automobilisti a guidare in sicurezza.