Undici morti per il crollo di un palazzo danneggiato dalle bombe ad Aleppo

Undici persone sono rimaste uccise nel crollo di un edificio già pesantemente danneggiato dalla guerra ad Aleppo, nel nord della Siria. Tra le vittime, si contano anche quattro bambini. Il palazzo si trovava nel quartiere Salaheddine, zona sotto il controllo dei ribelli prima che l’esercito governativo siriano la riconquistasse, insieme al resto della città, nel 2016 al prezzo di ampie devastazioni.

Secondo il capo della polizia, l’edificio di 5 piani si trovava in una “zona di costruzioni irregolari danneggiate da attacchi dei terroristi”, termine utilizzato dai lealisti per indicare tutti i ribelli. Secondo l’agenzia di stampa Sana, “solo una persone è sopravvissuta” al crollo, mentre i soccorritori hanno fatto evacuare due immobili adiacenti.