USA – Gran freddo in arrivo, prima irruzione artica dell’inverno 2018-2019

USA – Gran parte degli stati
settentrionali e in particolare Midwest e East Coast stanno per sperimentare la
prima irruzione polare dell’inverno 2018-2019. In realtà a voler essere precisi
si tratterebbe della seconda perché già tra la fine della prima decade di Ottobre
e la metà del mese appena passato un assaggio di freddo c’era già stato con
temperature vicine allo zero e persino delle nevicate fino a bassissima quota.
Ma poi quell’episodio è stato seguito da temperature molto miti che si sono
protratte fino al 1 Novembre.

Solo da qualche giorno i primi
timidi impulsi freddi canadesi hanno riportato in media una situazione
abbastanza anomala ed entro una settimana da oggi tutto lo scenario cambierà in
favore dell’inverno. Quello che si prospetta è un classico Noreaster, un affondo
polare canadese sul comparto centrale con correnti che piegheranno da Nordest
verso l’Atlantico e il susseguente sviluppo di un profondo vortice ciclonico in
prossimità della East Coast.

Nella giornata di mercoledì le
correnti polari canadesi sfonderanno su Montana e Nord Dakota propagandosi
entro fine giornata anche a Minnesota Iowa e Wisconsin. Giovedì l’aria gelida
scorrera sui Grandi Laghi generando il famoso lake effect snow che porterà la
neve fino a Buffalo. Tra venerdì e sabato un nuovo impulso freddo formerà un
minimo molto profondo sul Canada orientale che piloterà il gelo fin verso la
East Coast. Michigan, Pennsylvania, New York, Massachusets, Connecticut
finiranno sotto isoterme di -10° a 1500m, sufficienti per minime al suolo
inferiori allo zero e massime di poco superiori. Per quanto riguarda i fenomeni
nevosi sulle grandi città di New York e Boston, sembrerebbero al momento
esclusi in quanto il grosso dovrebbe essere destinato al Canada Nord orientale
ma seguiremo tutta l’evoluzione e ci terremo aggiornati.

© 3B Meteo