Traffico di rifiuti dal Piemonte alla Puglia, 13 arresti 

AGI – I Carabinieri del Noe di Lecce e i finanzieri del Comando di Taranto hanno condotto una operazione in varie province del sud: 13 gli arresti.

Si tratta di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce: le persone raggiunte da ordinanza di custodia cautelare, sono ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti e riciclaggio. Sono in corso sequestri per diverse centinaia di migliaia di euro.     

L’operazione del Noe è sull’asse Torino-Puglia, ed è divisa in diversi filoni che partono dal Piemonte, arrivano a Taranto ma anche in provincia di Lecce.

Qui, in particolare, i carabinieri hanno scoperto che ingenti quantità di rifiuti, per lo più scarti di lavorazioni aziendali, venivano stoccati all’interno di grosse cave e bruciati soprattutto di notte, producendo odori nauseabondi e fumi, spesso segnalati da semplici associazioni.